Sharing is caring!

                 Chapter 17 "Opening the Windows of Heaven"              

    Capitolo 17 "Aprire le cateratte del cielo"

“Test Me now in this,” says the Lord of hosts,
“if I will not open for you the windows of heaven,
and pour out for you a blessing until it overflows.”
Malachi 3:10

“Mettetemi alla prova in questo, dice il Signore degli eserciti;
e vedrete se io non vi aprirò le cateratte del cielo
e non riverserò su di voi tanta benedizione che non vi sia più dove riporla.
Malachia 3:10

 

This is a pretty powerful statement from God. Nowhere else in Scripture does God tell us to test Him, except here in this verse. What is it that God says will cause Him to open the windows of heaven, pouring out His blessing on us until it overflows?

Questa è una dichiarazione piuttosto potente di Dio. In nessun’altra parte della Scrittura, Dio ci dice di metterlo alla prova, se non in questo versetto. Cos’è che lo farà aprire le cateratte del cielo, riversando la Sua benedizione, tanto che non vi sia più dove riporla?

“‘Bring the whole tithe into the storehouse, so that there may be food in My house, and test Me now in this,’ says the Lord of hosts, ‘if I will not open for you the windows of heaven, and pour out for you a blessing until it overflows’” (Mal. 3:10).

““Portate tutte le decime alla casa del tesoro, perché ci sia del cibo nella mia casa; poi mettetemi alla prova in questo”, dice il Signore degli eserciti; “vedrete se io non vi aprirò le cateratte del cielo e non riverserò su di voi tanta benedizione che non vi sia più dove riporla””. Malachia 3:10.

Did you see it? It’s tithing. Tithing will cause God to open the windows of heaven and shower His blessings over your life!

Hai visto? È una decima. La decima farà sì che Dio apra le cateratte del cielo e faccia piovere le Sue benedizioni sulla tua vita!

Many Christians shy away from learning as much as they can about this important principle, but please don’t miss this! God wants us to be faithful and obedient in all things, and when we neglect or choose to be disobedient in one area of our lives, it spills over into other areas as well.

Molti cristiani evitano di imparare il più possibile su questo importante principio, ma per favore non perderti questo! Dio vuole che siamo fedeli e obbedienti in tutte le cose e quando trascuriamo o scegliamo di essere disobbedienti in un’area della nostra vita, si riversa anche in altre aree.

What exactly is tithing? It is giving back to God ten percent of the first of your increase.

Cos’è esattamente la decima? È restituire a Dio il dieci per cento dei tuoi guadagni.

Our society as a whole is ignorant of this principle. Many churches fail their people by neglecting to teach the importance of tithing. Why is it so serious? Because God is angry when we fail to give back to Him what is rightfully His. “The earth is the Lord’s, and all it contains, the world, and those who dwell in it” (Ps. 24:1). Tithing is an act of worship.

La nostra società nel suo insieme ignora questo principio. Molte chiese falliscono con il loro popolo trascurando di insegnare l’importanza della decima. Perché è così grave? Dio si arrabbia quando non gli ridiamo ciò che è giustamente suo. “Al Signore appartiene la terra e tutto quel che è in essa, il mondo e i suoi abitanti”. Salmi 24:1. La decima è un atto di adorazione.

There are too many Christians who either live in poverty or are in as much debt as the unbeliever. But God wants to make every believer “the head and not the tail.” He wants you to be “above” and “not be underneath” debt or anything else that will rule or control your life (Deut. 28:13). We are told, “Owe nothing to anyone except to love one another . . .” (Rom. 13:8). “The rich rules over the poor, and the borrower becomes the lender’s slave” (Prov. 22:7).

Ci sono troppi cristiani che vivono in povertà o sono indebitati tanto quanto i miscredenti. Dio vuole fare di ogni credente “la testa e non la coda”. Vuole che tu sia “in alto” e “mai in basso” o schiavo di un debito o di qualsiasi altra cosa che regolerà o controllerà la tua vita. Deuteronomio 28:13. Ci viene detto: “Non abbiate altro debito con nessuno, se non di amarvi gli uni gli altri...” Romani 13:8. “Il ricco domina sui poveri, e chi prende in prestito è schiavo di chi presta”. Proverbi 22:7.

Most Christians in the United States are blessed with so much, especially if we look at other nations and the level of poverty at which most people of the world live. We spend our earnings on pleasures while our churches, missionaries, and ministries struggle to make ends meet. Why? Because we try to hold onto what is not rightfully ours to keep.

La maggior parte dei cristiani è benedetta con così tanto, specialmente se guardiamo ad altre nazioni e al livello di povertà in cui vive la maggior parte delle persone del mondo. Spendiamo i nostri guadagni per i piaceri mentre le nostre chiese, i missionari e i ministeri lottano per far quadrare i conti. Perché? Perché cerchiamo di aggrapparci a ciò che non ci spetta di diritto. 

We take but give little. “Now this I say, he who sows sparingly shall also reap sparingly; and he who sows bountifully shall also reap bountifully. Let each one do just as he has purposed in his heart, not grudgingly or under compulsion, for God loves a cheerful giver” (2 Cor. 9:6).

Prendiamo ma diamo poco. “Ora dico questo: chi semina scarsamente mieterà altresì scarsamente; e chi semina abbondantemente mieterà altresì abbondantemente. Dia ciascuno come ha deliberato in cuor suo; non di mala voglia né per forza, perché Dio ama un donatore gioioso”. 2 Corinzi 9:6.

We ask and wonder why we don’t receive. “You ask and do not receive, because you ask with wrong motives, so that you may spend it on your pleasures” (James 4:3).

Ci chiediamo perché non riceviamo. “Domandate e non ricevete, perché domandate male per spendere nei vostri piaceri”. Giacomo 4:3.

God wanted to bless His people, but He did not because they were unwilling to give into His storehouse. He tells them in Hag. 1:6–7, “‘You have sown much, but harvest little; you eat, but there is not enough to be satisfied; you drink, but there is not enough to become drunk; you put on clothing, but no one is warm enough; and he who earns, earns wages to put into a purse with holes. Thus says the Lord of hosts, ‘Consider your ways!’”

Dio voleva benedire il Suo popolo, ma non lo fece perché non erano disposti a dare nella Sua casa del tesoro. Egli dice loro in Aggeo 1:6–7, “Avete seminato molto e avete raccolto poco; voi mangiate, ma senza saziarvi; bevete, ma senza soddisfare la vostra sete; vi vestite, ma non c'è chi si riscaldi; chi guadagna un salario mette il suo salario in una borsa bucata. Così parla il Signore degli eserciti: Riflettete bene sulla vostra condotta!”

“‘You look for much, but behold, it comes to little; when you bring it home, I blow it away. Why?’ declares the Lord of hosts, ‘Because of My house which lies desolate, while each of you runs to his own house’” (Hag. 1:9).

“Voi vi aspettavate molto, ed ecco c'è poco; ciò che avete portato in casa, io l’ho soffiato via. Perché? dice il Signore degli eserciti. A motivo della mia casa che è in rovina, mentre ognuno di voi si dà premura solo per la propria casa”. Aggeo 1:9.

Understanding Tithing

Capire la decima

It is ironic that so many Christians erroneously believe that they are not able to “afford” to tithe and bless God through offerings. The truth is that they are simply caught in a vicious cycle that only obedience and faith can cure. They can’t afford to give because they rob God to pay men, thereby robbing themselves of being blessed!

È paradossale che così tanti cristiani credano, erroneamente, di non essere in grado di “permettersi” di dare la decima e benedire Dio attraverso le offerte. La verità è che sono semplicemente intrappolati in un circolo vizioso che solo l'ubbidienza e la fede possono curare. Non possono permettersi di dare perché derubano Dio per pagare gli uomini, derubandosi così di essere benedetti!

As a matter of fact, it is when we are in deep poverty that God asks us to give. The Christians in Macedonia understood and applied this principle of giving: “Out of the most severe trial, their overflowing joy and their extreme poverty welled up in rich generosity” (2 Cor. 8:2). Sounds a bit like many of us, doesn’t it?

Infatti, è quando siamo in profonda povertà che Dio ci chiede di dare. I cristiani in Macedonia hanno compreso e applicato questo principio di donazione: “perché nelle molte tribolazioni con cui sono state provate, la loro gioia incontenibile e la loro estrema povertà hanno sovrabbondato nelle ricchezze della loro generosità”. 2 Corinzi 8:2. Sembra parli di molti di noi, vero?

Why 10%?

Perché 10%?

The word tithe in the Hebrew is “ma‘asrah,” which translates to “a tenth.” So whenever God speaks to us in His Word and says to “tithe,” He is saying to give Him a tenth.

La parola decima in ebraico è “ma'asrah”, che si traduce in “un decimo”. Così ogni volta che Dio ci parla nella Sua Parola e dice di “decimare”, Egli dice di dargli un decimo.

Why should I give my tithe first, before paying my bills?

Perché dovrei dare la decima prima, prima di pagare le bollette?

This is the principle of “first fruits” of our labor. Deuteronomy 18:4 tells us, “You shall give him the first fruits of your grain, your new wine, and your oil, and the first shearing of your sheep.” Then, in Exodus 34:24 and 26, God says, “For I will drive out nations before you and enlarge your borders. . . . You shall bring the very first of the first fruits of your soil into the house of the Lord your God. . . .”

Questo è il principio dei “primi frutti” del nostro lavoro. Deuteronomio 18:4 ci dice: “Gli darai le primizie del tuo frumento, del tuo mosto e del tuo olio e le primizie della tosatura delle tue pecore”. Poi, in Esodo 34:24 e 26, Dio dice: “Io scaccerò davanti a te delle nazioni, e allargherò i tuoi confini... Porterai alla casa del Signore, il tuo Dio, le primizie dei primi frutti della tua terra…”

This also is confirmed in the New Testament when Jesus tells us in Matthew 6:33, “But seek first His kingdom and His righteousness; and all these things shall be added to you.”

Ciò è confermato anche nel Nuovo Testamento quando Gesù ci dice in Matteo 6:33, “Ma cercate prima il regno e la giustizia di Dio, e tutte queste cose vi saranno sopraggiunte”.

Where should I tithe?

Dove dovrei dare la decima?

Malachi 3:10 tells us, “‘Bring the whole tithe into the storehouse, so that there may be food in My house, and test Me now in this,’ says the Lord of hosts, ‘if I will not open for you the windows of heaven, and pour out for you a blessing until it overflows.’”

Malachia 3:10 ci dice: “Portate tutte le decime alla casa del tesoro, perché ci sia del cibo nella mia casa; poi mettetemi alla prova in questo, dice il Signore degli eserciti; vedrete se io non vi aprirò le cateratte del cielo e non riverserò su di voi tanta benedizione che non vi sia più dove riporla”.

Your storehouse is where you are spiritually fed. Many Christians make the mistake of giving where they are not spiritually fed but would rather give where they see there is a need—but this is foolishness. It is like going to a restaurant, ordering a meal, but when the check comes telling the cashier that you would rather give to the restaurant down the street that is not doing too well!

La tua casa del tesoro è dove sei spiritualmente nutrito. Molti cristiani sbagliano dando dove non sono nutriti spiritualmente oppure preferiscono dare dove vedono che c’è bisogno; ma questa è follia. È come andare in un ristorante, ordinare un pasto e quando arriva il conto dire al cassiere che preferiresti pagare il ristorante in fondo alla strada, dato che non sta andando troppo bene!

If you are attending a church where you are being spiritually fed, then you should be tithing at least a tenth of your income to your home church. That means that if you attend church and feel led to sow financially into our ministry (or any other ministry or missions), then this would be an offering “above and beyond” your tithe. We don’t want you to steal from your church to sow into our ministry “for this would be unprofitable for you” (Heb. 15:17).

Se stai frequentando una chiesa in cui sei spiritualmente nutrito, dovresti dare almeno un decimo del tuo reddito alla tua chiesa. Ciò significa che se frequenti una chiesa e ti sente portato a seminare finanziariamente nel nostro ministero (o in qualsiasi altro ministero o missione), questa sarebbe un’offerta “al di sopra e al di là” della decima. Non vogliamo che rubi alla tua chiesa per seminare nel nostro ministero “perché ciò non vi sarebbe di alcuna utilità”. Ebrei 13:17.

However, many of our fellowship members who are not attending a church (for a variety of reasons) and are being fed through our ministry tithe by sowing into restoring marriages, since this is where they are being spiritually fed.

Tuttavia, molti dei nostri membri, che non frequentano una chiesa (per vari motivi), e vengono nutriti attraverso le decime del nostro ministero, decimano seminando per restaurare matrimoni, poiché è qui che vengono nutriti spiritualmente. 

Again, as we have encouraged you throughout this book—seek God. This goes for everything, including your finances. Then be obedient and faithful to Him!

Ancora una volta, come ti ho incoraggiato in tutto il libro, cerca Dio. Questo vale per tutto, comprese le tue finanze. Allora sii obbediente e fedele a Lui!

Don’t make the mistake of diligently following all the principles for restoring your marriage yet fail to tithe, lest you find your marriage unrestored because you are stealing from God.

Non commettere l’errore di seguire diligentemente tutti i principi sul restauro del tuo matrimonio ma poi non dai la decima, per evitare che il tuo matrimonio non sia restaurato perché stai rubando a Dio.

Remember, Malachi 3:8–10 tells us, “Will a man rob God? Yet you are robbing Me! But you say, ‘How have we robbed Thee?’ In tithes and offerings. You are cursed with a curse, for you are robbing Me, the whole nation of you!”

Ricordi, Malachia 3:8-9 ci dice: “L'uomo può forse derubare Dio? Eppure voi mi derubate. Ma voi dite: ‘In che cosa ti abbiamo derubato?’ Nelle decime e nelle offerte. Voi siete colpiti da maledizione, perché mi derubate, voi, tutta quanta la nazione!”

But since I am not under the law and I live by grace, 10% is no longer required, is it?

Ma dato che non sono sotto la legge e vivo per grazia, il 10% non è più richiesto, vero?

God’s grace warrants giving more, not less. When we have experienced His forgiveness, His mercy, His compassion, and His sacrifice of His shed blood whereby we become partakers of His glory, it will increase our willingness to give more, certainly not less.

La grazia di Dio giustifica dare di più, non di meno. Quando avremo davvero sperimentato il Suo perdono, la Sua misericordia, la Sua compassione e il Suo sacrificio del Suo sangue versato per cui diventiamo parte integrante della Sua gloria, aumenterà la nostra volontà di dare di più, certamente non di meno.

“. . . Freely you received, freely give” (Matt. 10:8).

“… gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date” (Matteo 10:8).

“He who did not spare His own Son, but delivered Him over for us all, how will He not also with Him freely give us all things?” (Rom. 8:32).

“Colui che non ha risparmiato il proprio Figlio, ma lo ha dato per tutti noi, non ci donerà forse anche tutte le cose con lui?” (Romani 8:32).

However, “. . . he who sows bountifully shall also reap bountifully. Let each one do just as he has purposed in his heart, not grudgingly or under compulsion, for God loves a cheerful giver” (2 Cor. 9:6).

Tuttavia, “... chi semina abbondantemente mieterà altresì abbondantemente. Dia ciascuno come ha deliberato in cuor suo; non di mala voglia né per forza, perché dio ama un donatore gioioso” (2 Corinzi 9:6).

But if we are doubleminded and don’t really trust that God will provide for us, “let this man expect that he will receive nothing from the Lord.” When we hold onto what we have to try to take care of ourselves, we will never see God’s awesome power on our behalf.

Ma se abbiamo una mentalità doppia e non ci fidiamo veramente che Dio provvederà a noi, “un tale uomo non pensi di ricevere qualcosa dal Signore”. Fino a quando ci aggrappiamo a ciò che abbiamo, per cercare di prenderci cura di noi stessi, non vedremo mai la potenza impressionante di Dio a nostro favore.

God’s desire is to pour His power and His blessings into our lives. When we tithe, we are being obedient. But when, out of utter gratitude and worship, we freely give offerings beyond what is commanded, we are truly opening the door for God to pour out His blessings and do His pleasure in our lives.

Il desiderio di Dio è quello di riversare il Suo potere e le Sue benedizioni nella nostra vita. Quando diamo la decima siamo ubbidienti. Ma quando, per totale gratitudine e adorazione, diamo liberamente offerte al di là di ciò che è comandato, stiamo veramente aprendo la porta a Dio per riversare le Sue benedizioni e fare la Sua volontà nella nostra vita.

We know He “is able to do exceedingly and abundantly above all that we ask or think, according to the power that worketh in us” (Eph. 3:20, KJV).

Sappiamo che Egli “Mediante la potenza che opera in noi, fare infinitamente di più di quel che domandiamo o pensiamo” (Efesini 3:20).

“Seek ye first the kingdom of God and His righteousness, and all these things shall be added unto you” (Matt. 6:33, KJV). Do we take God at His Word or not?

“Cercate prima il regno e la giustizia di Dio, e tutte queste cose vi saranno date in più” (Matteo 6:33). Crediamo alla Sua Parola o no?

Principles of Stewardship

Principi di amministrazione

As we have seen, tithing is an important principle in the Bible. God expects us to tithe back to Him a portion of what He has so generously given to us. Indeed, all that He has given us is still His—we are stewards that He has entrusted to care for the earth and all that is in it. How we handle what He has entrusted to us—our money, our talents, our time and our family—demonstrates our obedience to His Word, our trust in His promise to provide, and, most importantly, our faith in Him.

Come abbiamo visto, la decima è un principio importante nella Bibbia. Dio si aspetta da noi la decima parte di ciò che Egli ci ha generosamente dato. Infatti, tutto ciò che Egli ci ha dato è ancora suo: noi siamo degli amministratori, a cui ha affidato la terra e tutto ciò che è in essa, affinchè ce ne prendessimo cura. Il modo in cui gestiamo ciò che Egli ci ha affidato: il nostro denaro, i nostri talenti, il nostro tempo, dimostra la nostra ubbidienza alla Sua Parola, la nostra fiducia nella Sua promessa di provvedere a noi e, soprattutto, la nostra fede in Lui.

The way you view and handle your finances is basic to your Christian growth, and understanding God’s principles of stewardship will enable you to mature in your spiritual walk and inherit the blessings God has for your life.

Il modo in cui vedi e gestisci le tue finanze è fondamentale per la tua crescita cristiana e comprendendo i principi di amministrazione di Dio, maturerai nel tuo cammino spirituale ed erediterai le benedizioni che Dio ha per la tua vita.

As you have read thus far in this book, God deals with many areas in our life that indirectly affect our marriage. It is not enough to concentrate on marriage principles exclusively, but again God is using this trial in your marriage to transform you more into His image as He draws you out of the world’s destruction and shows you the pathway to life.

Come hai letto finora in questo libro, Dio si occupa di molte aree della nostra vita, le quali influenzano indirettamente il nostro matrimonio. Non basta concentrarsi esclusivamente sui principi del matrimonio, ma ancora una volta, Dio sta usando questa prova nel tuo matrimonio per trasformarti di più a Sua immagine mentre ti tira fuori dalla distruzione del mondo e ti mostra la via della vita.

The riches of God are not in order for us to “get rich” in the way the world seeks riches, but instead His blessings are part of our heritage. God wants to prosper us (Jer. 29:11) as long as He knows that we will use our inheritance wisely, without allowing prosperity to bring us to ruin. Giving a car to a child who is too young will most certainly end in tragedy. It is not until a parent sees maturity is he willing to turn over the keys of the car.

Le ricchezze di Dio non servono per “diventare ricchi” nel modo in cui il mondo pensa, ma le Sue benedizioni fanno parte della nostra eredità. Dio vuole farci prosperare (Geremia 29:11) purchè sappia che useremo saggiamente la nostra eredità, senza permettere che la prosperità ci porti alla rovina. Dare un'auto in mano a un bambino finirà sicuramente in tragedia. Solo quando un genitore vede la maturità del figlio è disposto a dare le chiavi dell’auto.

God wants us to have a mature attitude toward money, for it has the power to affect our ability to make wise decisions: “Two things I asked of You, do not refuse me before I die: keep deception and lies far from me, give me neither poverty nor riches; feed me with the food that is my portion, that I not be full and deny You and say, ‘Who is the Lord?’ Or that I not be in want and steal, and profane the name of my God” (Prov. 30:7– 9).

Dio vuole che abbiamo un atteggiamento maturo verso il denaro perché ha il potere di influenzare la nostra capacità di prendere decisioni sagge: “Io ti ho chiesto due cose; non me le rifiutare, prima che io muoia: allontana da me vanità e parola bugiarda; non darmi né povertà né ricchezze, cibami del pane che mi è necessario, perché io, una volta sazio, non ti rinneghi, e dica: ‘Chi è il Signore?’ oppure, diventato povero, non rubi e profani il nome del mio Dio” (Proverbi 30:7-9).

It is clear, though, that it is God’s desire to bless His children. Here are more verses that show God’s heart toward you as one of His:

È chiaro che è desiderio di Dio benedire i Suoi figli. Ecco altri versetti che mostrano il cuore di Dio verso di te come uno dei Suoi:

“It is the blessing of the Lord that makes rich, and He adds no sorrow to it” (Prov. 10:22).

“Quel che fa ricchi è la benedizione del Signore, e il tormento che uno si dà non le aggiunge nulla” (Proverbi 10:22).

“The reward of humility and the fear of the Lord are riches, honor and life” (Prov. 22:4).

“Il frutto dell'umiltà e del timore del Signore è ricchezza, gloria e vita” (Proverbi 22:4).

“And by knowledge the rooms are filled with all precious and pleasant riches” (Prov. 24:4).

“Mediante la scienza se ne riempiono le stanze di ogni specie di beni preziosi e gradevoli” (Proverbi 24:4).

“A faithful man will abound with blessings, but he who makes haste to be rich will not go unpunished” (Prov. 28:20).

L'uomo fedele sarà colmato di benedizioni, ma chi ha fretta di arricchire non rimarrà impunito” (Proverbi 28:20).

These verses maintain that there are conditions to financial blessings (spiritual maturity) and that this is truly a heart issue (an absence of greed).

Questi versetti sostengono che ci sono condizioni per le benedizioni finanziarie (maturità spirituale) e che questo è veramente un problema di cuore (assenza di avidità).

All of us want God’s blessings upon our life, but did you know that how you handle your financial blessings has a great deal to do with how you grow in the Lord and to what degree God is able to work in your life?

Tutti vogliamo le benedizioni di Dio sulla nostra vita, ma sapevi che il modo in cui gestisci le tue benedizioni finanziarie ha molto a che fare con il modo in cui cresci nel Signore e fino a che punto Dio è in grado di lavorare nella tua vita? 

“No one can serve two masters; for either he will hate the one and love the other, or he will stand by and be devoted to the one and despise and be against the other. You cannot serve God and mammon (deceitful riches, money, possessions, or whatever is trusted in)” (Matt. 6:24, AMP).

“Nessuno può servire due padroni; perché o odierà l'uno e amerà l'altro, o avrà riguardo per l'uno e disprezzo per l'altro. Voi non potete servire Dio e Mammona (ricchezze ingannevoli, denaro, beni o qualsiasi cosa a cui ci si affidi)” (Matteo 6:24).

“Whoever can be trusted with very little can also be trusted with much, and whoever is dishonest with very little will also be dishonest with much. So if you have not been trustworthy in handling worldly wealth, who will trust you with true riches?” (Luke 16:10–11).

“Chi è fedele nelle cose minime è  fedele anche nelle grandi, e chi è ingiusto nelle cose minime è ingiusto anche nelle grandi. Se dunque non siete stati fedeli nelle ricchezze ingiuste, chi vi affiderà le vere?” (Luca 16:10-11).

To grow in our ability to be used of God, which is spiritual wealth, and gain the greater things (having the power and presence of God in our lives) depends in part on how we handle our finances.

Crescere nella nostra capacità di essere usate da Dio, che è ricchezza spirituale, e guadagnare le cose più grandi (avere il potere e la presenza di Dio nella nostra vita) dipende in parte da come gestiamo le nostre finanze.

To prove this further, there are roughly 500 references in the Bible to faith and 500 to prayer, but there are over 2,000 verses that refer to our finances! In addition to the spiritual laws that were set in place when God created the universe (see chapter 1), God has also established financial laws, which He has shared with us in His Word. We benefit from following the laws or suffer the consequences if we don’t. It doesn’t matter if we are ignorant of them or have chosen to reject them; these laws, like gravity, exist and cannot be debated.

Per dimostrarlo ulteriormente, ci sono circa 500 riferimenti nella Bibbia alla fede e 500 alla preghiera, ma ci sono oltre 2,000 versi che si riferiscono alle nostre finanze! Oltre alle leggi spirituali che sono state stabilite quando Dio ha creato l'universo (vedi capitolo 1), Dio ha anche stabilito leggi finanziarie, che Egli ha condiviso con noi nella Sua Parola. Noi beneficiamo dal seguire le leggi oppure subiamo le conseguenze, se non lo facciamo. Non importa se non le conosciamo o abbiamo scelto di rifiutarle; queste leggi, come la gravità, esistono e non possono essere discusse.

Principle #1: We reap what we sow.

Principio #1: Raccogliamo ciò che seminiamo.

One of the most important principles of stewardship is sowing and reaping. To reap a harvest, we must sow seed first. There are many Scriptures that give us insight into of the subject of sowing and reaping. Here a just a few:

Uno dei principi più importanti della gestione economica è la semina e la mietitura. Per raccogliere un raccolto, dobbiamo seminare prima il seme. Ci sono molte Scritture che ci danno un'idea del tema della semina e della mietitura. Eccone alcune:

“Now this I say, he who sows sparingly shall also reap sparingly; and he who sows bountifully shall also reap bountifully” (2 Cor 9:6).

“Ora dico questo: chi semina scarsamente mieterà altresì scarsamente; e chi semina abbondantemente mieterà altresì abbondantemente” (2 Corinzi 9:6).

“Those who sow in tears shall reap with joyful shouting” (Ps. 126:5).

“Quelli che seminano con lacrime, mieteranno con canti di gioia” (Salmi 126:5).

“Do not be deceived, God is not mocked; for whatever a man sows, this he will also reap” (Gal. 6:7).

“Non vi ingannate, non ci si può beffare di Dio; poiché quello che l'uomo avrà seminato, quello pure mieterà” (Galati 6:7).

“For the one who sows to his own flesh shall from the flesh reap corruption, but the one who sows to the Spirit shall from the Spirit reap eternal life” (Gal. 6:8).

“Perché chi semina per la propria carne, mieterà dalla carne corruzione; ma chi semina per lo Spirito, mieterà dallo Spirito vita eterna” (Galati 6:8).

“And let us not lose heart in doing good, for in due time we shall reap if we do not grow weary” (Gal. 6:9). 

“Non ci scoraggiamo di fare il bene; perché, se non ci stanchiamo, mieteremo a suo tempo” (Galati 6:9).

When we sow with the understanding of this principle and with faith in the Lord and His Word, we should expect to reap a harvest in and where we have sown! This is really exciting!

Quando seminiamo con la comprensione di questo principio e con fede nel Signore e nella Sua Parola, dovremmo aspettarci di mietere un raccolto dove abbiamo seminato! Questo è davvero eccitante!

No farmer would take the time or the money to sow seed if he did not expect to reap a harvest. In addition, if he wanted to reap a harvest of corn, he would sow corn. If he wanted to reap wheat, he would sow wheat.

Nessun agricoltore si prenderebbe il tempo o il denaro per seminare se non si aspettasse di mietere un raccolto. Inoltre, se volesse mietere un raccolto di mais, seminerà mais; Se volesse mietere grano seminarà grano.

Therefore, if you want to reap kindness, sow kindness. If you want to reap forgiveness, forgive! If you want to reap restoration in your marriage, then sow into restoration by ministering and/or sow financially—then anticipate a harvest, since God’s principles and His promises are true and He is faithful!!

Pertanto, se vuoi mietere gentilezza, semina gentilezza. Se vuoi mietere il perdono, perdona! Se vuoi mietere la restaurazione nel tuo matrimonio, allora semina nella restaurazione, ministrando e/o finanziando, aspettandoti un raccolto; poiché i principi di Dio e le Sue promesse sono veri ed Egli è fedele!!

We can also believe God’s promise that sowing into His work means we are investing in our eternal future. “Do not store up for yourselves treasures on earth, where moth and rust destroy, and where thieves break in and steal. But store up for yourselves treasures in heaven, where neither moth nor rust destroys, and where thieves do not break in or steal; where your treasure is, there your heart will be also” (Matt. 6:19–21). More importantly, what we do with money here on earth is a true indicator of where our hearts are.

Possiamo anche credere nella promessa di Dio in cui seminare nella Sua opera significa investire nel nostro futuro eterno. “Non fatevi tesori sulla terra, dove la tignola e la ruggine consumano, e dove i ladri scassinano e rubano; ma fatevi tesori in cielo, dove né tignola né ruggine consumano, e dove i ladri non scassinano né rubano. Perché dov'è il tuo tesoro, lì sarà anche il tuo cuore” (Matteo 6:19-21). Ancora più importante, ciò che facciamo con il denaro, qui sulla terra, è un vero indicatore di dove si trovino i nostri cuori.

“Now He who supplies seed to the sower and bread for food will supply and multiply your seed for sowing and increase the harvest of your righteousness; you will be enriched in everything for all liberality, which through us is producing thanksgiving to God” (2 Cor. 9:10–11).

“Colui che fornisce al seminatore la semenza e il pane da mangiare, fornirà e moltiplicherà la vostra semenza, ed accrescerà i frutti della vostra giustizia. Così, arricchiti in ogni cosa, potrete esercitare una larga generosità, la quale produrrà rendimento di grazie a Dio per mezzo di noi” (2 Corinzi 9:10-11).

In other words, when God gives us a bountiful harvest, it is not so we can keep it selfishly for ourselves but so we can sow even more into the kingdom of heaven.

In altre parole, quando Dio ci dona un raccolto abbondante, non è che possiamo tenerlo egoisticamente per noi stessi, ma così che possiamo seminare ancora di più nel regno dei cieli.

The very wealthy Christians of today are the channels that keep ministries going, send missionaries to foreign lands, and keep our churches flourishing so that they can reach the lost for the Lord. They do not use their finances for their own pleasures but have found that in sowing into the things of God they have true joy and contentment.

I ricchissimi Cristiani di oggi fanno andare avanti i ministeri, mandano missionari in terre straniere e mantengono fiorenti le nostre chiese, in modo che possano raggiungere i perduti per il Signore. Non usano le loro finanze per i loro piaceri, ma hanno scoperto che seminando nelle cose di Dio hanno la vera gioia e soddisfazione.

However, we must also remember that poverty and prosperity are relative terms. What we call the “poverty level” in the United States would seem like affluence to those in many other countries.

Tuttavia, dobbiamo anche ricordare che la povertà e la prosperità sono termini relativi. Quello che definiamo “livello di povertà” nel nostro paese sembra una ricchezza per coloro che vivono in molti altri paesi.

As Christians, we must find contentment in any and every situation. The apostle Paul reminds us in Philippians 4:12: “I know how to get along with humble means, and I also know how to live in prosperity; in any and every circumstance I have learned the secret of being filled and going hungry, both of having abundance and suffering need.”

Come cristiani dobbiamo trovare contentezza in ogni situazione. L’apostolo Paolo ci ricorda nei Filippesi 4:12: “So come fare a vivere con quasi niente o nell'abbondanza. Ho imparato il segreto di accontentarmi della condizione in cui mi trovo, sia che abbia lo stomaco pieno o vuoto, sia nell'abbondanza che nella miseria.” (Bibbia della Gioia)

Indeed, there are times when God calls His saints to suffering, martyrdom, or poverty (like the poor widow who gave two coins—all she owned) in order to glorify Himself. When He calls us to poverty or suffering, though, He gives us the grace to bear it with joy and thanksgiving—without grumbling or complaining.

In effetti, ci sono momenti in cui Dio chiama i Suoi santi alla sofferenza, al martirio o alla povertà (come la povera vedova che ha dato due monete: tutto ciò che aveva) per glorificare Se stesso. Quando ci chiama alla povertà o alla sofferenza, Egli ci dà la grazia di sopportarla con gioia e ringraziamento, senza brontolare o lamentarci.

While we can’t understand all of God’s reasons for allowing poverty, we can trust that His ways are higher than our ways. “Out of the most severe trial, their overflowing joy and their extreme poverty welled up in rich generosity. For I testify that they gave as much as they were able, and even beyond their ability” (2 Cor. 2:8). Sometimes those who suffer the greatest need become the most generous! And for someone with a love of money, a loss of riches may be one of the ways God breaks us, draws us to Himself, and teaches us to rely solely on Him.

Anche se non possiamo comprendere tutte le ragioni di Dio che permettono la povertà, possiamo confidare che le Sue vie siano più alte delle nostre vie. “Nelle molte tribolazioni con cui sono state provate, la loro gioia incontenibile e la loro estrema povertà hanno sovrabbondato nelle ricchezze della loro generosità. Infatti io ne rendo testimonianza, hanno dato volentieri secondo i loro mezzi, anzi, oltre i loro mezzi” (2 Corinzi 8:2-3). A volte chi soffre di più diventa il più generoso! Per qualcuno che ama il denaro, una perdita di ricchezza può essere uno dei modi in cui Dio lo spezza, lo attira a Se stesso e gli insegna a fare affidamento esclusivamente su Dio.

However, in our country, poverty and debt do not usually draw the interest or attention of your family, friends, and neighbors. If we have been blessed with much, we must witness to others not by self-righteously preaching to them or condemning their lifestyle but by allowing them to “read” God in our lives! “You are our letter, written in our hearts, known and read by all men . . .” (2 Cor. 3:2). We must exhibit the fruits of who our Father is. We must be at peace in the midst of troubles, bless our enemies, freely forgive, and walk in whatever prosperity the Lord allows. Our generosity should glorify Him and may be the very kindness that God uses to draw others to Himself!

Tuttavia, nel nostro paese, la povertà e il debito di solito non attirano l’interesse o l’attenzione della famiglia, degli amici e dei vicini. Se siamo stati benedetti con molto, dobbiamo testimoniare agli altri, non predicando loro o condannando il loro stile di vita, ma permettendogli di “leggere” Dio nella nostra vita! “Siete voi la nostra lettera, scritta nei nostri cuori, conosciuta e letta da tutti gli uomini” (2 Corinzi 3:2). Dobbiamo mostrare i frutti di nostro Padre. Dobbiamo essere in pace in mezzo ai guai, benedire i nostri nemici, perdonare liberamente e camminare in qualsiasi prosperità il Signore permetta. La nostra generosità dovrebbe glorificarlo e può essere la stessa gentilezza che Dio usa per attirare gli altri a Se stesso!

“. . . And let them say continually, ‘The Lord be magnified, who delights in the prosperity of His servant” (Ps. 35:27).

“… E possano sempre dire: Glorificato sia il Signore che vuole la pace del Suo servo! (Salmi 35:27).

Principle #2: God owns everything.

Principio #2: Dio possiede tutto.

Psalm 24:1 (NIV) says simply, “The earth is the Lord’s, and everything in it . . .” Everything we have belongs to God.

Il Salmi 24:1 dice semplicemente: “All'Eterno appartiene la terra e tutto ciò ch'è in essa...” Tutto ciò che abbiamo appartiene a Dio.

“Yours,  O  Lord,  is  the  greatness  and  the  power  and  the  glory  and  the  majesty  and  the  splendor,  for everything in heaven and earth is Yours” (1 Chron. 29:11).

“A te, o Eterno, la grandezza, la potenza, la gloria, lo splendore, la maestà, poiché tutto quello che sta in cielo e sulla terra e Tuo!” (1 Cronache 29:11).

“‘The silver is Mine and the gold is Mine,’ declares the Lord Almighty” (Hag. 2:8).

Mio è l'argento e Mio è l'oro, dice l'Eterno degli eserciti” (Aggeo 2:8).

All we have, whether much or little, is on loan to us—we are stewards. Again, it is how we handle what has been entrusted to us (as explained in the Luke 16 parable) that will determine whether He blesses us with more or if He takes away what we already have.

Tutto ciò che abbiamo, che sia molto o poco, è in prestito, noi siamo amministratori. Ancora una volta, è il modo in cui gestiamo ciò che ci è stato affidato (come spiegato nella parabola di Luca 16) che determinerà se Ci benedice di più o se Ci toglierà ciò che già abbiamo.

Principle #3: God provides everything.

Principio #3: Dio provvede a tutto.

“Otherwise, you may say in your heart, ‘My power and the strength of my hand made me this wealth.’ But you shall remember the Lord your God, for it is He who is giving you power to make wealth, that He may confirm His covenant which He swore to your fathers, as it is this day. It shall come about if you ever forget the Lord your God and go after other gods and serve them and worship them, I testify against you today that you will surely perish” (Deut. 8:17–19).

“Guardati dunque dal dire in cuor tuo: ‘La mia forza e la potenza della mia mano mi hanno procurato queste ricchezze’. Ricordati del Signore, tuo Dio, poiché egli ti dà la forza per procurarti ricchezze, per confermare, come fa oggi, il patto che giurò ai tuoi padri. Ma se ti dimenticherai del Signore tuo Dio, e seguirai altri dèi e li servirai e ti prostrerai davanti a loro, io vi dichiaro oggi solennemente che certo perirete” (Deuteronomio 8:17-19).

“But who am I and who are my people that we should be able to offer as generously as this? For all things come from You, and from Your hand we have given You. For we are sojourners before You, and tenants, as all our fathers were; our days on the earth are like a shadow, and there is no hope. O Lord our God, all this abundance that we have provided to build You a house for Your holy name, it is from Your hand, and all is Yours” (1 Chron. 29:14–16).

“Poiché chi sono io, e chi è il mio popolo, che siamo in grado di offrirti volenterosamente così tanto? Poiché tutto viene da Te; e noi ti abbiamo dato quello che dalla Tua mano abbiamo ricevuto. Noi siamo davanti a te stranieri e gente di passaggio, come furono tutti i nostri padri; i nostri giorni sulla terra sono come un'ombra, e non c'è speranza. O Signore, nostro Dio, tutta quest'abbondanza di cose che abbiamo preparate per costruire una casa a te, al tuo santo nome, proviene dalla tua mano, e tutta ti appartiene” (1 Croniche 29:14-16).

“And my God will supply all your needs according to His riches in glory in Christ Jesus” (Phil. 4:19). 

“Il mio Dio provvederà ad ogni vostro bisogno, secondo le Sue ricchezze e con gloria, in Cristo Gesù” (Filippesi 4:19).

Whether you earned it in your job or it was given to you, who was the Source of everything that you have?

God.

Sia che te lo sia guadagnato nel tuo lavoro o che ti sia stato dato, chi è la Fonte di tutto ciò che hai?

Dio.

Principle #4: God wants the first portion of what He gives you.

Principio #4: Dio vuole la prima parte di ciò che Egli ti dà.

Many Christians give to their church and other charitable organizations but are not blessed because they don’t understand this very important principle. God is clear throughout the entire Bible that He wants to be first in every area of your life.

Molti cristiani danno alla loro chiesa e ad altre organizzazioni caritative, ma non sono benedetti perché non capiscono questo principio molto importante. Dio è chiaro in tutta la Bibbia che Vuole essere il primo in ogni ambito della nostra vita.

If you pay your bills before returning the first back to Him, God is not first in your life and you will have missed the blessing. We learned in chapter 5, “First Love,” that God removes from us what we have put ahead of Him.

Se paghi le bollette prima di restituirgli la decima, Dio non è il primo nella tua vita e avrai perso la benedizione. Abbiamo imparato nel capitolo 5, “Il Tuo Primo Amore”, che Dio ci toglie ciò che abbiamo messo davanti a Lui.

“Honor the Lord from your wealth, and from the first of all your produce; so your barns will be filled with plenty, and your vats will overflow with new wine” (Prov. 3:9). The principle is clear; we must give to God first.

“Onora il Signore con i tuoi beni e con le primizie di ogni tua rendita; i tuoi granai saranno ricolmi d'abbondanza e i tuoi tini traboccheranno di mosto (Proverbi 3:9-10). Il principio è chiaro; dobbiamo dare prima a Dio.

Often when Christians begin to consider tithing, they cannot see how they can possibly tithe since they are barely making ends meet. This is because they are also ignorant to what has been happening in their finances. Haggai 1:9 says that God “blows away” what you bring home and He also allows the devourer come and take what was rightfully His.

Spesso, quando i cristiani iniziano a considerare la decima, non riescono a vedere come possano decimare poiché stanno a malapena facendo quadrare i conti. Questo accade perché ignorano ciò che è accaduto nelle loro finanze. Aggeo 1:9 dice che Dio “ha soffiato via” ciò che porti in casa, permettendo anche al divoratore di venire a prendere ciò che era giustamente Suo.

“‘Bring the whole tithe into the storehouse, so that there may be food in My house, and test Me now in this,’ says the Lord of hosts, ‘if I will not open for you the windows of heaven, and pour out for you a blessing until it overflows. Then I will rebuke the devourer for you, so that it may not destroy the fruits of the ground; nor will your vine in the field cast its grapes,’ says the Lord of hosts” (Mal. 3:10–11).

“Portate tutte le decime alla casa del tesoro, perché ci sia del cibo nella mia casa; poi mettetemi alla prova in questo, dice il Signore degli eserciti; vedrete se io non vi aprirò le cateratte del cielo e non riverserò su di voi tanta benedizione che non vi sia più dove riporla. E, per amor vostro, io minaccerò l'insetto divoratore affinché esso non distruggerà più i frutti del vostro suolo, la vostra vigna non sarà più infruttuosa nella campagna, dice il Signore degli eserciti” (Malachia 3:10-11).

Every month non-tithing Christians are met with “unexpected” expenses, things like repairs or other needs they did not foresee. But it is only because they are ignorant of this principle. For if God is first in your life— first in your heart, first in your day, and first in your finances—then (and only then) will God “open for you the windows of heaven, pour out for you a blessing until it overflows,” and faithfully “rebuke the devourer for you.”

Ogni mese i cristiani che non decimano affrontano spese “inaspettate”, cose come riparazioni o altre esigenze che non avevano previsto. Ed è perché ignorano questo principio. Perché se Dio è il primo nella tua vita,  il primo nel tuo cuore, il primo pensiero del giorno e il primo nelle tue finanze; allora (e solo allora) Dio “ti aprirà le cateratte del cielo e riverserà su di te tanta benedizione che non ci sarà più dove riporla”, e fedelmente “minaccerà l'insetto divoratore”.

Those who humble themselves by giving God their tithe and offerings will delight themselves in abundant prosperity! “But the humble will inherit the land, and will delight themselves in abundant prosperity” (Ps. 37:11). His Word tells us, “Adversity pursues sinners, but the righteous will be rewarded with prosperity” (Prov. 13:21).

Coloro che si umiliano, dando a Dio la decima e le offerte, si delizieranno in abbondante prosperità! “Ma gli umili erederanno la terra e godranno di una gran pace” (Salmi 37:11). La Sua Parola ci dice: “Il male perseguita i peccatori, ma il giusto è ricompensato con il bene” (Proverbi 13:21).

Principle #5: What you do with the first portion determines what God does with the rest.

Principio #5: Ciò che fai con la prima porzione determina ciò che Dio fa con il resto.

When God asked Abraham for His son, he did not withhold him; as a result, God tells him, “for now I know that you fear God, since you have not withheld your son, your only son, from Me. . . . because you have done this thing and have not withheld your son, your only son, indeed I will greatly bless you . . .” (Gen. 22:12, 17).

Quando Dio chiese ad Abrahamo suo figlio, lui non lo trattenne; di conseguenza, Dio gli disse: “Ora so che tu temi Dio, poiché non m'hai rifiutato tuo figlio, l'unico tuo... siccome tu hai fatto questo e non mi hai rifiutato tuo figlio, l’unico tuo, io ti colmerò di benedizioni...” (Gen. 22:12, 17).

God told the army who took Jericho that they were not to take the spoil of the first city, then God would give them the rest. God always wants to see if we put Him first to test our hearts. “The refining pot is for silver and the furnace for gold, but the Lord tests hearts” (Prov. 17:3). However, one of the soldiers, Akin, could not resist and took some of the spoil. When they were to take the next city, Ai, in a battle that was much smaller and should have easily been won, they were defeated. (See Joshua 6.)

Dio ordinò all'esercito che prese Gerico di non prendere il bottino della prima città, ma gli avrebbe poi dato il resto. Dio vuole sempre prima mettere alla prova i nostri cuori. “Il crogiuolo è per l'argento e il fornello per l'oro, ma chi prova i cuori è il Signore” (Proverbi 17:3). Tuttavia, uno dei soldati, Akin, non potè resistere e prese parte del bottino. Quando dovettero prendere la città successiva, Ai, in una battaglia che era molto più facile e avrebbe dovuto vincere facilmente, fu sconfitto (Vedi Giosuè 6).

This principle is not just in your finances, or in your restoration, but in every area of your life. When we fail to give to God first, then we are robbing God of what He has asked for. He wants no other gods before Him: not our money, our spouses, our marriages, or our careers. What you do with the first of everything will determine what God will do with the rest—bless it or curse it.

Questo principio non è solo per le tue finanze o per il tuo restauro, ma per ogni area della tua vita. Quando non dai prima a Dio, derubi Dio di ciò che Egli ti ha chiesto. Non vuole altri dei davanti a Lui: né i nostri soldi, né i nostri coniugi, né i nostri matrimoni o le nostre carriere. Ciò che fai con la prima parte di ogni cosa determinerà ciò che Dio farà con il resto: benedirlo o maledirlo.

Are you in a financial crisis?

Sei in Crisi Finanziaria?

“But seek first His kingdom and His righteousness, and all these things will be added to you” (Matt. 6:33).

“Ma cercate prima il regno e la giustizia di Dio, e tutte queste cose vi saranno sopraggiunte” (Matteo 6:33).

Have you sought the Lord about your finances? In Philippians 4:19, the Bible clearly teaches that the Lord is the One who will supply all our needs. However, if we go to others with our needs rather than seeking the Lord—if we fail to “seek Him first”—then “all these things” will not be “added unto” us.

Hai cercato il Signore per le tue finanze? In Filippesi 4:19, la Bibbia insegna chiaramente che il Signore è Chi provvederà a ogni nostro bisogno. Tuttavia, se andiamo dagli altri con i nostri bisogni, piuttosto che cercare il Signore; se non lo “cerchiamo prima”, allora “tutte queste cose” non ci saranno “aggiunte”.

Are you following the principles for financial security in the Lord? The Scriptures teach us that we are to tithe in order to be “filled with plenty” and “overflow” (Prov. 3:9–10). We are also encouraged to “sow” if we want to reap (Gal. 6:7, 2 Cor. 9:6). Have you been sowing and faithfully tithing? Take the time to read these passages of Scripture again and again, then pray for how the Lord wants to change the way that you are trusting Him while fulfilling His command to all believers, beginning by giving a portion back to Him.

Stai seguendo i principi della sicurezza finanziaria del Signore? Le Scritture ci insegnano che dobbiamo decimare per essere “pieni di abbondanza” e “traboccanti” (Proverbi 3:9-10). Siamo anche incoraggiate a “seminare”, se vogliamo raccogliere (Galati 6:7 e 2 Corinzi 9:6). Hai seminato e decimato fedelmente? Prenditi il tempo di leggere ancora e ancora questi versetti, poi prega il Signore affinché cambia il modo in cui ti fidi di Lui mentre adempi al Suo comando, iniziando a dargli una parte indietro.

If you are tithing faithfully and still in a financial crisis, make sure that you are following all of God’s statutes. There are many references in Scripture to actions that lead to poverty, including not asking (James 4:2), asking with wrong motive (James 4:3), adultery (Prov. 6:26), heavy drinking or gluttonous behavior (Prov. 21:17, Prov. 23:21), laziness (Prov. 10:4, Prov. 14:23, Prov. 28:18–20), not accepting rebuke or correction (Prov. 13:18), making hasty decisions (Prov. 21:5), oppressing the poor (Prov. 22:16), living treacherously with your wife (Mal. 2:14–16) or failing to honor her (1 Pet. 3:7) and, of course, withholding from God what is rightfully His.

Se sei stato fedele e sei ancora in crisi finanziaria, assicurati di seguire tutti gli statuti di Dio. Ci sono molti riferimenti nelle Scritture di azioni che portano alla povertà, tra cui non chiedere (Giacomo 4:2), chiedere con movente sbagliato (Giacomo 4:3), adulterio (Proverbi 6:26), bere pesantemente o comportamento goloso (Proverbi 21:17, Proverbi 23:21), pigrizia (Proverbi 10:4, Proverbi 14:23, Proverbi 28:18-20), non accettare rimproveri o correzioni (Proverbi 13:18), prendere decisioni affrettate (Proverbi 21:5), opprimere i poveri (Proverbi 22:16), vivere slealmente con tua moglie (Malachia 2:14-16) o non onorarla (1 Pietro 3:7) e, naturalmente, trattenere a Dio ciò che è giustamente Suo.

While we are giving back to God in tithes and offerings, we also need to be sure we are giving our wives the honor they deserve. “You husbands likewise, live with your wives in an understanding way, as with a weaker vessel, since she is a woman; and grant her honor as a fellow heir of the grace of life, so that your prayers may not be hindered” (1 Pet. 3:7). Has your wife been the one who has tried to live within your means but you were irresponsible with your spending? Have you shamed your wife to others or joked about her spending? Be sure you are pure in heart and faithful to your wife in every way.

Mentre portiamo a Dio la decima e le offerte, dobbiamo anche essere sicuri di dare alle nostre moglie l’onore che meritano. “Anche voi, mariti, vivete insieme alle vostre mogli con il riguardo dovuto alla donna, come a un vaso più delicato. Onoratele, poiché anch’esse sono eredi con voi della grazia della vita, affinché le vostre preghiere non siano impedite” (1 Pietro 3:7). Tua moglie è stata quella che ha cercato di vivere con i tuoi mezzi ma sei stato irresponsabile con le tue spese? Hai fatto vergognare tua moglie agli altri o hai scherzato sulle sue spese? Assicurati di essere puro nel cuore e fedele a tua moglie in ogni modo.

When Erin was in financial ruin as a single mother of four young children, she learned the principle of tithing. Even though she lived close to poverty level, she began tithing for the first time in her life (being raised as a Catholic she had never even heard of the principle). Not only did she sow by tithing ten percent of the meager amount of the money she received, but she also sowed into the lives of women who were experiencing tragedy in their lives (telling them about God’s ability to restore their marriages).

Quando Erin era in rovina finanziaria, come madre single di quattro bambini piccoli, ha imparato il principio della decima. Anche se viveva vicino al livello di povertà, ha iniziato a dare la decima, per la prima volta nella sua vita (essendo cresciuta come cattolica, non aveva mai nemmeno sentito parlare del principio). Non solo ha seminato decimando il dieci per cento della massima quantità di denaro che riceveva, ma ha anche seminato nella vita delle donne che stavano vivendo una tragedia nella loro vita (raccontando loro della capacità di Dio di restaurare i loro matrimoni).

Erin’s obedient heart that learned to tithe to the Lord set the standard in our home when I was gone. God honored her by leading me to tithe soon after I came home without her even telling me!

Il cuore ubbidiente di Erin che ha imparato a dare la decima al Signore ha stabilito lo standard nella nostra casa quando non c'ero. Dio l'ha onorata portandomi alla decima subito dopo il mio ritorno a casa senza che lei me lo dicesse!

Men, if you are still struggling with giving, it may help you to know that God owns everything we have, and it is only because of Him that we have been given the “power to make wealth, that He may confirm His covenant” with us. (Deut. 8:18). Therefore you need to make sure that you give to Him first to confirm that He is first in your life!

Uomini, se state ancora lottando con il dare, può aiutarvi sapere che Dio possiede tutto ciò che abbiamo, ed è solo grazie a Lui che ci è stato dato il " la forza per procurarti ricchezze, per confermare il Suo patto" con noi. (Deuteronomio 8:18). Quindi devi assicurarti di dare prima a Lui per confermare che è il primo nella tua vita!

Will you serve God or mammon (money)?

Servirete Dio o mammona (soldi)?

Too many shy away from teaching on giving because of the abuses and because they don’t want to be considered “money seekers,” but it doesn’t eliminate the truth in the message. Search for the truth yourself. Test Him to see if He is faithful to His promise. Give to God first, tithe to your storehouse (where you are spiritually fed), and see if your life changes and you are blessed in all areas of your life.

Troppi rifuggono dall'insegnamento sul dare, a causa degli abusi e perché non vogliono essere considerati "cercatori di denaro", ma ciò non elimina la verità nel messaggio. Cerca tu stesso la verità. Mettilo alla prova per vedere se è fedele alla Sua promessa. Dona prima a Dio, decima alla tua casa del tesoro (dove sei spiritualmente nutrito) e vedi se la tua vita cambierà e se sarai benedetto in tutte le aree della tua vita.

God is the one who provides for our ministry and for our family. We sow into the lives of those who are brokenhearted and water with ongoing support through our fellowship, but it is God who brings the increase. We look to no one to supply our needs but God alone.

Dio è chi che provvede al nostro ministero e alla nostra famiglia. Noi seminiamo nella vita di coloro che sono col cuore spezzato e innaffiamo con un sostegno continuo, attraverso la nostra associazione; ma è Dio che porta l’aumento. Non guardiamo a nessuno per soddisfare i nostri bisogni, ma solo a Dio.

Failing to properly teach such an important principle would be to neglect to feed the sheep and shepherd those who are coming to us for help, support, and direction.

Non insegnare adeguatamente un principio così importante, significherebbe trascurare di nutrire le pecore e i pastori, che vengono da noi per chiedere aiuto, sostegno e direzione.

Jesus said to feed His sheep, and God said in Hosea that His people perished for a lack of knowledge (Hos. 4:6). Many who come to us are new Christians or have been attending a church where this principle, and other principles of restoration, are not taught. Our job is to make disciples of the Lord, to give them the tools they need to transform their lives.

Gesù disse di nutrire le Sue pecore, e Dio disse in Osea che il Suo popolo perì per mancanza di conoscenza (Osea 4:6). Molti che vengono da noi sono nuovi cristiani o hanno frequentato una chiesa dove questo principio, e altri principi di restaurazione, non veniva insegnato. Il nostro compito è quello di fare discepoli del Signore, di dare loro gli strumenti di cui hanno bisogno per trasformare la loro vita.

For those of you who have never given God His tithe, may God prove to you that you can do more with 90% of your income than the 100% than you used to control. It will take a step of faith, but, just like when you chose to restore your marriage rather than moving on, your life will never be the same.

Per quelli di voi che non hanno mai dato la decima a Dio, possa Dio dimostrarvi che potete fare di più con il 90% del vostro reddito che con il 100% che eravate soliti controllate. Ci vorrà un passo di fede, ma proprio come quando hai scelto di restaurare il tuo matrimonio piuttosto che andare avanti, la tua vita non sarà mai più la stessa.

For those of you who do give (but God is not first), may you rearrange your priorities in every area of your life to show God that He has first place.

Per quelli di voi che danno (ma Dio non è al primo posto), possiate riorganizzare le vostre priorità in ogni area della vostra vita, per mostrare a Dio che Lui ha il primo posto.

God is a God who longs to be gracious to us; He longs to bless us! “. . . And let them say continually, “the Lord be magnified, who delights in the prosperity of His servant” (Ps. 35:27).

Dio è un Dio che desidera essere benevolo con noi; Egli vuole benedirci!

“… E possano sempre dire: glorificato sia il Signore che vuole la pace del Suo servo!” (Salmi 35:27).

Let me close with this wonderful promise: “Those who sow in tears shall reap with joyful shouting” (Ps. 126:5). Hallelujah!!

Vorrei concludere con questa meravigliosa promessa: “Quelli che seminano con lacrime, mieteranno con canti di gioia” (Salmi 126:5). Alleluia!!

Personal commitment: to give. “Based on what I have learned in Scripture, I commit to trusting and blessing the Lord with my finances. I will seek the Lord regarding how and where to tithe. I will sow into restoring marriages through sharing the good news about restoration with those whom God brings into my life and through my giving financially as God leads and faithfully provides for me.”

Compromesso personale: dare. “Sulla base di ciò che ho imparato nelle Scritture, mi impegno a confidare e benedire il Signore con le mie finanze. Cercherò il Signore su come e dove decimare. Seminerò per restaurare matrimoni, condividendo la buona notizia sulla restaurazione con coloro che Dio porta nella mia vita e attraverso la mia donazione finanziaria come Dio conduce e provvede fedelmente a me”.

Journal Form

Per favore, inizia un DIARIO con il SIGNORE, in mente quello che stai imparando ogni giorno per i prossimi 30 giorni per "Restaurare il tuo matrimonio".

Più si riversa il cuore in questi moduli, più Dio e noi possiamo aiutarti. Questi moduli aiuteranno anche te e il tuo ePartner per la responsabilità. CLICCA QUI